Servizi medici a Domicilio

Il ritorno del Medico a Domicilio

Le visite domiciliari erano un'abitudine in tutto il mondo fino solo a qualche anno fa. Negli Stati Uniti, fino agli anni '30 circa il 40% degli incontri con il medico avveniva direttamente a casa. ma [...]

Visite Geriatriche a Domicilio

Visite Geriatriche a Domicilio Scritto da:Staff Medelit La Geriatria è quella branca della medicina che si concentra sui problemi di salute tipicamente associati all'anzianità. Il ruolo principale del geriatra è quello di promuovere lo stato di salute nelle persone anziane e nel contempo quello di prevenirne e trattarne le patologie. Non esiste una precisa soglia d'età per la quale l'assistenza medica diventi di competenza geriatrica, ma piuttosto un quadro clinico del paziente che presenti le tipiche caratteristiche d'intervento del Medico specialista in Geriatria. La geriatria spesso rappresenta un campo medico piuttosto complesso a causa della frequente concomitanza di più patologie nelle persone anziane ed alla frequente necessità di esprimere una valutazione circa la necessità di un affiancamento in casa per le persone sole. In questo ambito l'intervento a domicilio da parte del medico specialista diventa particolarmente importante perchè spesso alla patologia della persona anziana si sovrappongono anche maggiori difficoltà d'accesso ai servizi medici ed una ancor maggiore necessità di personalizzazione dell'assistenza. La visita medica del Geriatra oggi può essere richiesta direttamente a domicilio. Da segnalare il servizio medico a domicilio di Medelit che alla data della pubblicazione del seguente articolo è operativo in tutta la città di Milano e nell'hinterland milanese.

Scompenso Cardiaco:e se mi Curassi a Casa?

Scompenso Cardiaco: L’Assistenza Domiciliare si prospetta come valida alternativa all’Ospedale L’insufficienza cardiaca cronica è una sindrome progressiva e debilitante che affligge quasi 13 milioni di persone solo tra Europa e Stati Uniti. I ricoveri associati ad insufficienza cardiaca sono in continuo e progressivo aumento e si attestano oggi intorno al 2-3% delle persone di età superiore agli 85 anni. Negli Stati Uniti lo scompenso cardiaco porta al ricovero di più di 1 milione di persone all’anno e ad un rischio del 50% di un secondo ricovero entro i 6 mesi dalla dimissione. Anche se l’ambiente ospedaliero è lo standard per le cure mediche in casi acuti, rappresenta anche un ambiente di rischio per le persone anziane che vengono comunemente esposte a patologie iatrogene e nosocomiali (cioè associate al trattamento o all’ambiente di ricovero), declino funzionale ed altri eventi avversi. Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Archives of Internal Medicine, le cure domiciliari e l’ospedalizzazione a casa potrebbero rappresentare una pratica alternativa al ricovero ospedaliero per i pazienti con scompenso cardiaco acuto. Il gruppo di studio dell’Ospedale San Giovanni Battista, Università di Torino, ha infatti messo a confronto, in uno studio randomizzato, l’efficacia dell’assistenza domiciliare integrata con il tradizionale ricovero ospedialiero per pazienti affetti da scompenso cardiaco acuto. I pazienti scompensati di età superiore ai 75 anni sono stati assegnati in modo randomizzato al ricovero ospedaliero (53 pazienti) oppure all’ospedalizzazione a domicilio (48 pazienti) tramite servizio di geriatria domiciliare organizzato dall’ospedale e che prevedeva trattamenti e servizi di diagnostica direttamente a domicilio. A 6 mesi di distanza non sono riscontrate differenze in termini di mortalità (15% in totale) e successivi ricoveri tra i due gruppi di pazienti. Solo i pazienti del gruppo sottoposto ad ospedalizzazione domiciliare hanno tuttavia mostrato miglioramenti in termini di depressione, stato nutrizionale e qualità di vita. Lo studio ha inoltre riportato risultati sorprendenti nel confronto tra le due modalità di assistenza dei pazienti in termini di costi a carico del sistema sanitario nazionale: la spesa per paziente, per giorno in caso di ospedalizzazione domiciliare è stata calcolata di circa 160 Euro mentre il costo medio giornaliero di una degenza ospedaliera in reparto di area medica viene calcolato intorno ai 550-660 Euro. Le differenze sono da riferirsi all’assenza di spese generali (manutenzione, elettricità, riscaldamento, inservienti, ecc) e non a un minor impegno di risorse umane che anzi nel caso della domiciliarità sono dedicate ai pazienti con un rapporto numerico a netto vantaggio del paziente. Gli autori concludono sottolineando la presenza di un trend nei sistemi di assistenza sanitaria a favore della domiciliarità. Questi trend sono ulteriormente supportati dall’avanzamento di teletecnologie (trasmissione a distanza di elettrocardiogrammi, spirometrie, saturazione d’ossigeno, ecc) e dall’aumento delle richieste di assistenza a casa. Lo sviluppo dell’assistenza domiciliare necessiterà di ulteriori studi e risorse dedicate e realmente integrate.

Audiometria e Calo dell’Udito

L'audiometria è l'esame strumentale base da fare in caso di calo dell'udito, l'esame audiometrico permette di individuare con precisione il livello minimo di suono che un individuo è in grado di percepire.Tra le cause che possono portare ad un calo fino alla perdita dell'udito si riconoscono: l'esposizione prolungata a suoni di determinate frequenze, l'età avanzata, alcune tipologie di farmaci, patologie infettive del canale uditivo e patologie di tipo neurologico con danno di tipo nervoso, da non sottovalutare anche il fatto che spesso problemi di perdita dell'udito hanno una trasmissione di tipo ereditario.

Oncologia a Domicilio

In una delle fasi più “delicate” nella storia di un malato oncologico, sono i professionisti sanitari a recarsi presso l’abitazione del paziente assicurando cure specialistiche come quelle erogate da un reparto ospedaliero tradizionale. Il vantaggio è quello di permettere al malato di restare in un ambiente noto e rassicurante, ossia nella propria abitazione, e di poter godere inoltre della vicinanza e presenza continua dei propri familiari. I bisogni del paziente vengono garantiti da un’equipe multidisciplinare che opera in sinergia per rispondere ai molteplici bisogni del malato e della sua famiglia. L'assistenza del paziente oncologico a domicilio prevede le cure mediche, infermieristiche, psicologiche ed umane necessarie. Questo tipo di trattamento al domiclio htra gli obiettivi principali sono: consentire alla persona malata di vivere la malattia nella propria abitazione continuando ad essere il “protagonista” delle scelte operate, evitare ricoveri inutili, assicurare la continuità delle cure ed una risposta ai vari bisogni del malato e del suo nucleo familiare, assicurare un sostegno ai familiari anche quando si conclude il periodo di assistenza al malato, per tutto il tempo che la famiglia ritiene necessario.

Medicina Generale a Domicilio

Il medico di medicina generale (MMG) è la prima persona a cui si dovrebbe rivolgere chiunque abbia problemi di salute. Non a caso questo medico viene anche chiamato "medico di famiglia". Il MMG è infatti la figura più competente in assoluto nella fase di inquadramento dei sintomi di una patologia e svolge quindi un ruolo cruciale nel comprendere e valutare la situazione clinica di un paziente, in modo da poterlo curare ed eventualmente indirizzare ad uno specialista. Il medico di famiglia generalmente esegue visite domiciliari per tutti quei pazienti per i quali lo spostamento da casa sia impossibile, ma è possibile richiedere privatamente una visita medica a casa anche per chi non ha tempo o voglia di recarsi presso un ambulatorio medico o semplicemente per chi preferisca eseguire la visita in tempi rapidi e nella comodità e privacy di casa propria. A Milano esiste un servizio medico specializzato nell'assistenza domiciliare (Medelit) che ha pensato anche a chi semplicemente non ha voglia o tempo di recarsi in ambulatorio per la visita ed a chi non ha un'urgenza da pronto soccorso, ma preferisce comunque farsi vedere da un medico a casa ed in tempi rapidi, sapendo che lo può fare 365 giorni l'anno. Per richiedere una visita medica domiciliare visitare www.medelit.com oppure chiamare lo 02/ 87 366 070.