Gli effetti del sonno sul metabolismo

Scritto da: Staff Medelit

Solo alcuni di noi pongono il sonno sul piedistallo che meriterebbe. Sappiamo tutti che dormire poco può renderci irritabili e deconcentrati il giorno successivo; ma la realtà è che la carenza di sonno ha conseguenze molto più  importanti di quanto non si pensi. Il sonno ha un impatto notevole e diretto sulla salute del nostro metabolismo.

Una volta compresi gli effetti del sonno sulle funzioni ormonali, è molto più semplice capire perchè dormire deve essere una priorità nella nostra vita.

Di seguito 6 motivi per cui il sonno influenza la salute del nostro metabolismo:

1) I disturbi del sonno predicono le sindromi metaboliche
Fai fatica ad addormentarti? Ti svegli continuamente? Russi? Uno studio sostiene che le persone che soffrono di questi disturbi legati al sonno, facilmente ne sviluppano altri legati al metabolismo: trigliceridi alti, iperglicemia, eccesso di adipe  a livello addominale ed ipertensione. Un buon programma di dimagrimento dovrebbe quindi sempre comprendere, oltre alla dieta ed all’esercizio fisico, anche una buona qualità del sonno.

2) La deprivazione di sonno può predisporre al diabete
Il numero di ore che dormiamo ha un’influenza diretta sulla sesibilità all’insulina. Ricerche hanno dimostrato che, anche solo poche notti dormite male possono portare all’insulino-resistenza nei soggetti giovani e sani. Se si vuole migliorare la propria sensibilità all’insulina, occorre mettere il sonno in cima alla lista delle tue priorità.

3) Il sonno incide sui livelli di cortisolo
Dormire 8 ore a notte è uno dei migliori modi di regolare gli ormoni dello stress, come il cortisolo. Anche se riposare durante le ore notturne è la cosa migliore, cercare di recuperare facendo un sonnellino nell’arco della giornata può aiutarti a normalizzare i livelli ormonali. Livelli troppo elevati di cortisolo possono causare numerosi problemi, come zuccheri troppo alti nel sangue, sensazione di fame costante, ipertensione, sbalzi d’umore, irritabilità e molti altri.

4) Non riposare a sufficienza può portare al sovrappeso
Si, avete proprio capito bene! Il sonno ha un impatto diretto sul girovita. Alcuni studi dimostrano infatti che dormendo poco si hanno maggiori probabilità di essere sovrappeso o addirittura obesi. Probabilmente questo fatto può essere spiegato gli effetti del sonno sui livelli di alcuni ormoni tra cui cortisolo, leptina ed insulina, che influenzano l’appetito e l’immagazzinamento dei grassi.

5) Una buona qualità del sonno aiuta a prevenire il cancro
Alcune ricerche hanno dimostrato che le donne fisicamente attive sono meno esposte al rischio di cancro, se dormono almeno 7 ore a notte. Il cancro è una malattia degenerativa fortemente influenzata dal metabolismo del corpo: il fatto che la mancanza di sonno sia connessa ad un’aumentata incidenza di tumori, è un’ulteriore prova del collegamento tra sonno e salute del metabolismo.

6) Il sonno promuove la produzione dell’ormone della crescita

Sia la qualità che la quantità di riposo influenzano la produzione dell’ormone della crescita. Se non si dorme a sufficienza, o il sonno viene interrotto, si riduce infatti la produzione di GH. Questo ormone è fondamentale per mantenere appropriati i livelli di adipe, massa muscolare e massa ossea nell’organismo.

La carenza nei livelli di GH si riflette tuttavia non solo sull’equilibrato mantenimento del grasso corporeo, della muscolatura e delle ossa, ma ha anche effetti negativi sull’umore, generando indolenza e stanchezza.

In conclusione: La visione d’insieme degli effetti del sonno sul metabolismo
Bisogna necessariamente considerare le funzioni corporee come un unicum; il sonno ha delle conseguenze sulla salute del metabolismo, ma quest’ultimo a sua volta influenza il riposo. In ultima analisi non importa se è venuto prima l’uovo o la gallina; quello che è importante capire è che se si dorme male ne risente anche il metabolismo.
Se si riesce quindi a migliorare il riposo, le abitudini di sonno, il metabolismo ne trarrà vantaggio e viceversa agire su fattori come dieta, esercizio fisico e stress, aiuta a raggiungere più facilmente una buona qualità del sonno. In caso di difficoltà si può anche ricorrere alle tecniche di medicina alternativa (omeopatia, agopuntura, ecc).


Leave a Reply